Misure di limitazione per il miglioramento qualità dell'aria

Dagli uffici

La qualità dell’aria è un fattore molto importante per il benessere dei cittadini e la protezione dell’ambiente.

Nel bacino padano la presenza di Alpi e Appennini determina condizioni meteorologiche che ostacolano la dispersione degli inquinanti e ne favoriscono l’accumulo al suolo, rendendo più difficile raggiungere gli obiettivi che la normativa italiana ed europea e le linee guida dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) richiedono. Per questo è particolarmente importante tenere sempre sotto controllo i livelli d'inquinamento atmosferico, individuando tempestivamente eventuali situazioni di accumulo e seguendone l’evoluzione negli anni, per valutare l’efficacia delle azioni di risanamento intraprese.

Regione Lombardia ha approvato diverse misure strutturali per il miglioramento della qualità dell’aria, riguardanti limitazioni sia alla circolazione dei veicoli sia al riscaldamento domestico.

Dal 1°ottobre al 31 marzo di ogni anno, inoltre, sono in vigore ulteriori misure temporanee specifiche per contenere l’inquinamento dell’aria per cui si devono rispettare alcune limitazioni sul riscaldamento domestico e sulla circolazione dei veicoli.

In caso di alte concentrazioni d'inquinanti scattano le seguenti misure temporanee che dipendono dal numero di giorni di superamento dei limiti di PM10:

1° livello: si attivano dopo quattro giorni consecutivi di superamento del limite di 50 μg/m3 di PM10

2° livello: si attivano dopo dieci giorni consecutivi di superamento del limite di 50 μg/m3 di PM10.

Per restare informato, giorno per giorno, sulle attivazioni e disattivazioni delle misure temporanee, visita il  sito web di regione Lombardia relativo alle misure di limitazione per il miglioramento della qualità dell'aria

 

 

 

A chi rivolgersi
Ultimo aggiornamento: 17/10/2023 11:08.13